black brown and white horses on green grass
Allevamenti italiani

Allevamento “La Lupa” – il cavallo romano della maremma laziale

Oggi andremo a esplorare una razza poco conosciuta del nostro territorio, il cavallo romano della maremma laziale.

Ci tengo a ringraziare Emanuele e Gabriella dell’allevamento “La Lupa” per la collaborazione alla stesura dell’articolo e alla passione e dedizione che impiegano nell’allevamento dei loro cavalli.

L’allevamento la Lupa è il compimento del progetto di Emanuele Renzi, giovane allevatore del reatino.

Nonostante lo spopolamento dei paesi e le avversità post-terremoto, questa piccola azienda porta avanti con dedizione l’allevamento di una razza antica, il Cavallo Romano della Maremma Laziale.

L’amore per i cavalli, in particolare per il Cavallo Romano, lo portano fin dalla giovane età a lavorare con molto impegno e sacrificio per ottenere un marchio di qualità.

La sfida di Emanuele, ma soprattutto l’obbiettivo che accomuna tutti gli allevatori di questa razza è riuscire a mantenere in vita una popolazione di cavalli molto antica; un cavallo le cui caratteristiche morfologiche oggigiorno vengono sempre meno apprezzate dagli allevatori e amanti del cavallo maremmano sportivo.

Quale motivo vi ha spinto ad allevare questa razza?

Stiamo riportando in vita una razza molto antica quasi estinta, il Cavallo Romano della Maremma Laziale. Una razza appartenuta al nostro territorio e alla nostra cultura molti anni fa.

 Il Cavallo Romano veniva utilizzato in passato come cavallo per le transumanze sotto forma di cavalcatura, cavallo da soma e attacco, inoltre un cavallo che si adatta ai nostri pascoli avendo un’elevata capacità di resistenza e rusticità che le permette di affrontare il clima impervio della nostra zona.

In una realtà dove si prediligono cavalli di razze estere, noi abbiamo deciso di puntare su una razza autoctona con la speranza che un giorno possa competere con razze molto più conosciute.

Com’è strutturato il vostro allevamento?

Il nostro è un allevamento brado, abbiamo 12 fattrici, 4 puledre da rimonta, 2 stalloni e vari puledri avviati alla doma.

Durante l’inverno i cavalli pascolano nell’altopiano di Leonessa situato a circa 900 metri s.l.m. dove vengono aiutati con foraggi e biada al bisogno, mentre a primavera salgono a 1500 metri s.l.m. e li trascorrono tutta l’estate.

Che tipo di cavalli volete ottenere con l’allevamento?

La genetica punta a mantenere in vita un cavallo con le sue tipicità cercando di valorizzare i suoi tratti di resistenza fisica e agilità, ottenendo così un ottimo cavallo da trekking e da impiegare anche in molte alte discipline.

Siccome è una razza poco conosciuta di cui sono presenti pochi esemplari, avete qualche programma o partecipate ad eventi per farla conoscere?

Da tre anni partecipiamo ad una mostra di cavalli che si tiene qui in zona dove abbiamo l’occasione di presentare la nostra razzetta, ma il nostro sogno è per il momento di riuscire a raggiungere Fiera Cavalli Roma per poi chissà volare direttamente a fiera Cavalli Verona!!

Purtroppo non avendo un’associazione stabile che si occupi di questa razza ci penalizza molto, non ci sono rassegne dove poter partecipare e ogni spostamento anche nelle fiere più grandi deve essere organizzato da noi direttamente con gli organizzatori dell’evento e non è sempre facile avere gli agganci giusti per poter partecipare.

Contatti

Instagram: @allevamento_la_lupa

sito web: allevamentolalupa.wordpress.com

Rispondi